Accesso ai disabili

L’accesso alle persone su carrozzina o con difficoltà motorie è possibile in tutto l’Orto Botanico.
Le Serre e tutta l’area all’aperto dell’Orto Botanico, sia nel Giardino sia nel Boschetto, sono percorribili senza ostacoli, ad esclusione della Serra delle piante tropicali, dove si accede scendendo 4 gradini e il corridoio non è di dimensioni tali da consentire il passaggio di carrozzine.
L’ingresso dalla porta principale non è accessibile al disabile motorio, ma è possibile accedere dal passo carraio, su richiesta.
Parte del percorso si snoda su asfalto, parte su prato e parte su sterrato.
I servizi igienici sono in un edificio vicino al cancello e sono idonei ai disabili motori.

E’ presente un percorso tattile per ipo e non vedenti creato con la collaborazione dell’Unione Italiana Ciechi, composto da 13 cartelli esplicativi con duplice scrittura: Braille e la scrittura normale di grosse dimensioni in rilievo. I cartelli riportano inoltre, sempre in rilievo, alcuni disegni utili per il riconoscimento della specie.

Per i non udenti è disponibile su richiesta una visita in LIS (Lingua Italiana dei Segni).

Si svolgono inoltre visite dedicate ai disabili psichici.

Tutte le attività per i disabili vengono svolte con prenotazione telefonica obbligatoria.

Il Museo non è dotato di un parcheggio proprio: il parcheggio pubblico più vicino si trova su Corso Massimo d’Azeglio. I mezzi pubblici con cui è possibile raggiungere l’Orto botanico sono: linea 9 e linea 16 (fermata Valentino) e linea 18 e 67 (fermata Marconi).